Articolo di Prova 1

phoca_thumb_l_001Per comprendere la genesi della salsa bisogna partire dal Son, da cui ogni altro genere avrebbe tratto origine, da Cuba, dove i ritmi africani degli schiavi hanno conservato e sviluppato le proprie radici mescolandole alle tradizioni musicali europee, dal Flamenco andaluso, alla Romanza francese.
Dobbiamo risalire alla fine del 700, quando nell’isola di Haiti le ribellioni degli schiavi neri spinsero molti latifondisti francesi a insediarsi nella regione Cubana d’oriente, sancendo l’inibizione della “contaminazione” musicale : balli figurati e quadriglie venivano reinterpretati dalle percussioni dei neri, dando origine al Danzon Cubano, il primo ritmo che rappresenta la sintesi dei due continenti.

Nel 1901 Cuba ottiene l’indipendenza dalla Spagna e, paradossalmente, la musica di origine africana subisce una maggiore repressione rispetto al precedente dominio coloniale: l’aristocrazia proibisce l’uso dei tamburi, considerati un simbolo di tradizioni selvagge.
In tal modo il Danzon si diffonde nei salotti borghesi mentre nelle campagne continuano a proliferare i ritmi basati sulle percussioni. Tra le più popolari è il Son Montuno e proprio questo diverrà la base ritmica della salsa.

Il Son è il più vigoroso genere carnevalesco di fronte al quale qualsiasi canzone si converte in una anticanzone qualsiasi contenuto nella parodia di questo. Una burla non solo destinata a suscitare sorrisi o risate, ma con una forte carica critica armonizzata dalla coniugazione di ritmi e contrappunti ritmici.

Please follow and like us:
220

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *